Lemma Press

Il soprano rossiniano

Giorgio Appolonia

Come cantavano i primi soprano rossiniani? E i loro eredi contemporanei?

Giorgio Appolonia, Il tenore rossiniano

 

IN PREPARAZIONE

 

Forse non tutti sanno che Rossini ebbe due vite: fu dominatore incontrastato del panorama lirico internazionale fino all’età di 37 anni; ritiratosi dalla scena pubblica, rimase fino alla morte un punto di riferimento del mondo teatrale. O ancora, attraverso i secoli: fu musicista di successo in vita, forse come nessun altro; ritornò in voga nel Novecento, con la Rossini Renaissance di cui ancora oggi godiamo i frutti. Da questa duplice esistenza muove il saggio di Giorgio Appolonia, seguendo la trama delle prime interpretazioni rossiniane e l’ordito delle attuali. Uno studio sui generis, capace di accattivare il semplice curioso, di rispondere ai molti interrogativi del professionista, di fornire allo studioso dati indispensabili.

 

«Ora comprendo bene perché la musica del Rossini è vituperata in Germania e specialmente a Berlino; egli è che essa è adatta per ugole italiane, come i velluti e le sete son fatti per le donne eleganti e il paté di Strasburgo per i buongustai. Questa musica vuol essere cantata come la cantano gli italiani, e allora nessun’altra la supera». (Hegel)

 

Scheda libro
Titolo Il soprano rossiniano
Sottotitolo Primi interpreti, nuove voci
Autore Giorgio Appolonia
ISBN 9788899375751
SKU ILS751EC
Anno 2021
Collana Calligrammi
Copertina Morbida
Formato 14 x 22 x 2 cm
Pagine 320