Lemma Press

La libertà, per la quale ho patito la fame (Cioran)

17. May. 2019

Cioran era un filosofo difficile da incasellare. Un uomo libero, soprattutto, e per ciò stesso pronto a pagare il prezzo delle proprie scelte. Così lo dipinge Bernd Mattheus, nella biografia recensita da Martino Ciano per "Gli amanti dei libri" del 17/05/2019.
Link all'articolo originale


«La forza di Cioran è stata indubbiamente quella di andare oltre la filosofia, rendendola interrogativa, poetica, anarchica. Ha rifiutato ogni ideologia, ogni dottrina e ha rivolto contro di sé e gli altri il dubbio. Chi legge i suoi libri comprende anche le contraddizioni insite nel suo pensiero, proprio perché appaiono coerenti con il suo modo di vivere. La biografia che ci consegna Mattheus è un’opera che va letta necessariamente da chi vuole approfondire l’autore romeno. In maniera dettagliata ci vengono delineate vita e sensazioni di Cioran, senza tralasciare i frammenti meno importanti della sua esistenza. Emil è ancora oggi indefinibile. Impossibile inserirlo all’interno di una scuola di pensiero. L’unica cosa della quale si è vantato: la libertà, per la quale ho patito la fame, le ristrettezze. Ho lottato per avere tutto ciò».

Dalla recensione di Martino Ciano, su "Gli amanti dei libri" del 17/05/2019, a: