Perché il Covid è una Strage di Stato?

Sul "Quotidiano di Bari" del 13/01/2021 Bruno Volpe intervista Angelo Giorgianni in merito a Strage di Stato, il libro-inchiesta sull'emergenza Covid in uscita il 3 marzo per i tipi di Lemma Press.
Link all'articolo originale


“Strage di Stato- Le verità nascoste della Covid 19” (edizioni Lemma Press) è il libro denuncia scritto a quattro mani dal medico barese dottor Pasquale Bacco e da un alto magistrato, il dottor Angelo Giorgianni, Presidente di Corte di Appello a Messina per L’Eretico. E’ nello stesso tempo un volume denuncia, ma anche inchiesta sulla pandemia. Abbiamo intervistato il dottor Angelo Giorgianni, Presidente di Sezione, che manda qualche frecciata al Papa.

Presidente Giorgianni. Un alto magistrato come lei, usa l’espressione strage di Stato. Non è cosa di tutti i giorni e deve far riflettere o preoccupare, ci spieghi…

“Parliamo di strage di Stato in relazione a due cose: la prima è l’errore diagnostico, poi terapeutico. Queste circostanze vennero vanamente segnalate. Ci auguriamo che anche a seguito delle nostre denunce siano aperte e condotte a termine indagini con precisi capi di imputazione, pure abbastanza gravi”.

Un altro aspetto evidenziato, lo scarso numero di autopsie e l’invito a non eseguirle…

“Anche questo lo riportiamo, non furono eseguite perchè si dava per scontato quello che stava accadendo e non sono state fatte. Se al contrario fossero state eseguite, avremmo capito la causa della morte e tante vite si sarebbero salvate. Ecco perchè strage di Stato, lo Stato ha delle sue responsabilità”.

Però questo non è solo un caso italiano…

“Infatti, io avrei voluto chiamarlo stragi di stati. Ho la sensazione che sia in atto un colossale business nel quale non si predilige la cura, molto meno costosa, ma la corsa ai vaccini con campagne mediatiche in una direzione. Ci fa caso che in tv vanno solo medici e virologi allineati su questa posizione e non luminari quali Tarro che a questo gioco non si piegano?”

Alcuni medici sono stati sanzionati per aver dubitato dei vaccini…

“Non è giusto e va contro legge. Esattamente contro gli artt. 21 e 33 della Costituzione sulla libertà di scienza”.

Un cittadino può essere obbligato a vaccinarsi?

“Neanche per sogno, l’art. 32 della Costituzione è chiaro. Occorre una legge del Parlamento, semmai”.

Il Papa ha invocato vaccini per tutti e ha detto che si vaccinerà, nella sua intervista Mediaset

“Anche questo fa parte della campagna mediatica. Credo che il Papa debba occuparsi delle cose dell’anima più che dei vaccini. Quando parla così è un Papa che non fa il Papa, ma il politico. Non ho sentito da lui alzare la voce sui vaccini con feti di bambini abortiti, cosa che va contro la tradizione e il Magistero della Chiesa e comunque ripugna la coscienza specie dei credenti”.

Bisogna indagare da dove viene il virus?

“Nel libro non interessa tanto l’origine del virus, quanto la sua diffusione, le cause e gli effetti sulle democrazie e l’economia di questa pandemia. Chi trae profitto e vantaggio”.

Avete devoluto i diritti di autore per opere di carità…

“Vero, per scopo sociale e per borse di studio per nuovi medici indipendenti”.

Bruno Volpe

Dall'intervista di Bruno Volpe ad Angelo Giorgianni sul "Quotidiano di Bari" del 13/01/2021, a proposito di: